E stasera mi tocca un post da genitore in fase di autovalutazione. Oggi è stata una classica domenica difficile. Lunga, uggiosa, senza nulla di interessante da fare e in cui l’assenza di Nizam pesa come un macigno. Cominciamo con il dire che stamattina avrei voluto passare qualche minuto in intimità con Nizam, ma Meryem, già sveglia, mi ha marcato strettissima ("Smetti di abbracciare papà", "Smetti di baciare papà", "Smetti di parlare con papà"!!!!). Un po’ anche per questo, oggi non mi sentivo il genitore più motivato del mondo. La mattina è passata un po’ così, in cincischiamenti senza troppo costrutto. Dopo pranzo abbiamo fatto un salto al negozio.

Va detto che sono un po’ in ansia, perchémi pare che la bambina abbia dei piccoli malesseri di cui non riesco a venire a capo e che non riesco del tutto a decifrare (stitichezza, forse doloretti, magari un po’ di cistite…). Nizam nel salutarci ha detto una frase del tutto innocente ("Ha qualcosa questa bambina") che ha scatenato la mia ansia. Puntualmente, il viaggio di ritorno è stato un incubo: urla, strepiti, dimenamenti, complice anche la stanchezza.

Arrivati a casa abbiamo fatto il bagnetto, cogliendo una richiesta della stessa Meryem. Purtroppo qualcosa è andato storto anche lì e nell’uscire ha piantato un capriccio infinito. Qui ho perso un po’ le staffe e alla fine, asciugati i capelli, ho imposto un riposino ristoratore. Al risveglio la giornata è scivolata pigramente verso la conclusione. Sono riuscita a farle mangiare del passato di verdure, non senza fatica. Poi, nuova crisi: io ho perso la pazienza piuttosto malamente. Il tutto finì con me in lacrime appresso a lei. Comunque in serata ho recuperato e ho collezionato un paio di successi: ha mangiato la sua mela con la prugna, ha visto un po’ di cartoni e ha smesso di farlo quando l’ho detto io (un accenno di lagna, ma poi si è accontentata di spegnere lei la televisione) e poi si è addormentata abbastanza tranquilla.

Facendo una media, mi darei un sei e mezzo.

6 pensieri riguardo “”

  1. Anche io sto attraversando giorni difficili con Elisa, ne faro’ un post, cosi che possa ricordarmeli questi giorni. Ti sono solidale.

    P.S. Ho saputo che oggi mia sorella e’ passata al negozio e ha parlato con Nizam, se ti dice qualcosa, bhe, era mia sorella!

  2. Io invece a stento arrivo a 2..
    Stavamo guardando la sfilata, ce l’avevo sulle spalle, mi è scivolata giu..
    Meno male il tizio dietro di me l’ha presa al volo.. l’ei si è anche divertitqa io ho perso come minimo 10 anni di vita: tremavo come una foglia!
    A parte questo ci sono giornate in cui anche io non riesco ed esser contenta di fare la mamma.. mi sembra che ci siano delle volte in cui mi fa scontare il fatto che non sia sempre a casa con lei..

  3. Purtroppo anche i nostri figli hanno le loro giornate no. Vuoi che sia per un malessere fisico o psicologico, ma certi giorni la convivenza si rivela proprio difficile.

    Isabella adesso e’ in fase " easy going" ma i periodi in cui non le spiana niente ci sono e so anche che ritornano, periodi in cui tocca lasciarla in camera mentre lei scatena il poltergeist, tanto la sua rabbia e’ potente.

    Io ho scoperto che se riesco a farla sfogare fisicamente con corse e arrampicamenti per due ore al giorno, le sue energie si placano e diventa piu’ calma. Infatti la porto spesso al playground coperto , invenzione del secolo. Capisco che se la vori non e’ possibile, ma magari nel weekend sarebbe un’alternativa valida ( mi dimentico pero’ che Canberra con i suoi trecentomila abitanti  non e’ certo come Roma )

    ( e la pediatra che dice? magari ha davvero qualcosa come la cistite che le infastidisce. Quando Isa soffriva di otite , i comportamenti cosi’ erano all’ordine del giorno)

  4. Io penso che Meryem ti stia facendo scontare l’assenza di Nizam, senza contare che la noia invernale e i piccoli malesseri ci mettono il carico da 11.
    A noi di solito non succede più di tanto, perché, essendo i bambini in due, si divertono e giocano anche senza la nostra presenza (e questo scandalosamente permette frettolosi incontri intimi mentre loro giocano nell’altra stanza).
    Dal momento che non è che puoi fabbricare un fratello a Meryem solo per non farla annoiare, ti propongo varie soluzioni per non annoiarvi troppo:
    – fatti un giro sui blog di mamme creative e procurati gli strumenti per realizzare i giochi che ti ispirano. Mettili da parte insieme alle istruzioni e tirali fuori al momento opportuno
    – stessa cosa con i libri: fatti una scorta di libri belli e tienili da parte
    – fiondati fuori appena il tempo lo permette
    – fatti una bella scorta di colori e fogli, ma anche magari di colori per dipingere il viso e il corpo
    – fatti un piccolo ricettario di cose che puoi cucinare insieme a lei. Per esempio, i miei adorano fare i biscotti e la pizza. Tanto poi il forno sterilizza tutto 😉

  5. Senti, ma quale 6 e mezzo. Anche 8. Le domeniche in fondo ci servono pure tutte, specie con i bambini in età non scolastica, per ripenderci un minimo anche noi, io direi che hai fatto ottimamente. Poi non ci scordiamo quelli che mia nonna definiva i cambi di stagione: sono periodi di sminchiamento, specie per i bambini che magari stanno covando un saltino di crescita.

    i miei non si ammalano mai, ma specie Orso a volte ha un pomeriggio di lacrime, stanchezza, rabbie ecc. se capita persino un tocco di febbre (che tanto non gli misuro).

    Riposino, coccola, libro, snta pazienza o urlaccio se mi si esaurisce quella e due giorni dopo è 2 cm. più alto. Poi certo, fai benissimo a tenerla d’occhio se non ci sia qualche patologia in atto, ma veramente, me le ricordo fin troppo bene certe domeniche quando i miei erano piccoli, e i sensi di colpa che mi facevo. Non servono dà retta a me vai benissimo così.

    Mammamsterdam

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...