Panz ci dedicò un post tempo fa: ma ci sono novità importanti sulla canzoncina dei due liocorni. Ne circola una versione apocrifa. In turco. Già dal titolo il traduttore ha dovuto coniare un ardito neologismo. Non trovando una parola adatta ad esprimere gli animali in questione, è ricorso a un calco dall’italiano, ispirandosi alla caratteristica principe delle bestie. Et voila: korunut, plurale korunutlar (dall’it: cornuto). Qualche problema sussiste con la successione degli animali (e dei gesti relativi: anche voi la mimate, vero?): fino ai coccodrilli e all’orangotango si va lisci, poi talora si infila incongruo l’elefante (fil). A quel punto il papà annaspa. Alle sei di questa mattina ho sentito con le mie orecchie questa variante (ve la scrivo in italiano, perché il mio turco non è all’altezza): "No, prima dell’elefante, il serpente, due, piccoli. Ecco, poi il coniglio (occhiacci della sottoscritta), ah, no il topo, ma prima il gatto… 44 + 2 fa 46!". Questo finale creativo si deve al fatto che ho comprato a Meryem due libretti. Uno è quello dei liocorni e il secondo… chi indovina?

Una cosa seria, per finire: il giorno della blogaction è stato fissato per il 2 aprile.

E, tanto per fare un piccolo promemoria mammesco, aggiorno sulla visita di controllo della settimana scorsa dalla pediatra. Peso 8,670 kg, altezza 72,5 cm. Si introduce qualche novità nella dieta. Lo yogurt le piace, direi. Oggi ha mangiato per la prima volta pesce (salmone): benino, ne ha mangiati tre quarti. Io sono un po’ preoccupata per la presenza di patata negli omogeneizzati di pesce… Compenserò con dosi industriali di prugna. Stop. Fine dell’appendice strettamente "mammica".

2 pensieri riguardo “”

  1. Carissima Chiara, da quel che leggiamo la logistica di casa ha ritrovato i suoi tempi, ci fa molto piacere! Ma com’è questa storia della prugna che compensa la patata? Sarebbe interessante aprire una sezione “pappine e similia” nel nostro blog, magari potresti svelarci qualche bel segreto naturale per la pappatoria dei più piccini…
    per quanto riguarda i liocorni, basta che non “si dondolino su di un filo di ragnatela” …perchè quella è tutta un’altra storia 😉
    La Repubblica delle Mamme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...