C’è una cosa che ho pensato quando ero in vacanza e tutto sommato mi va di scriverla, sperando che nessuno mi fraintenda. Sono rimasta molto colpita per la notizia dell’incidente in cui ha perso la vita una bambina di tre mesi, vicino Castelvolturno. Non riesco nemmeno a immaginare cosa proverei se qualcuno, mettendosi al volante sotto effetto di droga, mi portasse via Meryem. L’assassino, un liberiano in attesa di giudizio per questioni di traffico di stupefacenti, è dunque assolutamente ingiustificabile, sia chiaro. Capisco che, comeriportavano i giornali, lo zio della vittima fosse dispiaciuto nel sentire che non era nemmeno in pericolo di vita. E’ un brutto sentimento, ma lo capisco e per un attimo anche io ho pensato che era ingiusto.

Ma mi chiedo: come facevano a viaggiare in una Fiat Punto, oltre alla neonata, i genitori, le due sorelline di due anni e mezzo e 5 anni  e una cuginetta di 16 anni? Noi con la Tipo a stento entriamo in tre… Ne deduco che, in autostrada, la famiglia ritenesse opportuno viaggiare senza seggiolini e altri dispositivi di sicurezza. Questo mi fa riflettere molto sull’atteggiamento di noi italiani, pronti a commuoverci coralmente per le tragedie, ma molto molto meno disposti a prevenirle con un comportamento corretto e sicuro – che forse in questo caso non sarebbe servito comunque, lo ribadisco.

6 pensieri riguardo “”

  1. Concordo! Con tutto rispetto per il dolore della famiglia, ho pensato anch’io che se la bimba fosse stata sul seggiolino e non in braccio alla mamma forse sarebbe ancora viva :
    (

  2. Sai che ho pensato la stessa identica cosa?
    Diavolo, io sono stata volontaria 10 anni (fino all’anno scorso, e non millemila anni fa) in Croce Rossa, e ti assicuro che ho visto bambini letteralmente volati a metri di distanza dalle auto, proprio perchè non erano bene assicurati sul seggiolino.
    Perchè l’italiano medio deve sempre credersi più furbo?

  3. Anche io ho pensato la stessa cosa, e non riesco a capacitarmi di tutti i bambini seduti (nel sedile davanti!!!), in braccio alla mamma. Rimango esterrefatta dalla superficialità di alcuni…

  4. Anch’io ho avuto lo stesso pensiero … finora il mio piccolo non può “lamentarsi” di stare nel seggiolino … ma appena lo farò credimi che può pinagere in giapponese ma STA LEGATO al seggiolino …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...