Quiete

Reality, giorno dodici. Ieri ho fatto tardissimo (almeno per i miei standard) perché mi sono incantata a vedere questo film. E ancora non capisco se mi è piaciuto o no. Poche certezze: la tematica è insolita e sembra funzionare (forse dovrei leggere il libro?), la bambina protagonista è bellissima e brava, le pecche di ritmo e di recitazione sono altrettanto evidenti. Ma non sono riuscita a smettere di vederlo.

Oggi, forse per il sonno, sono meno lanciata di ieri. Opterò per una domenica tranquilla. Ci siamo fatte una passeggiata silenziosa in quartiere e a Villa Sciarra, guardando i cani che giocavano e, nel mio caso, spendendo una piccola fortuna per il lusso di sentire la voce di Nizam.

3 pensieri riguardo “Quiete”

  1. Beh, sentire la voce di Nizam è troppo importante per te : sono sicura che ne è valsa la pena…
    Aspetto aggiornamenti sul viaggio a
    Berlino, naturalmente se hai tempo e se vuoi…
    Ciao. Giusi.

  2. Alla faccia delle maestre d’asilo..sei veramente brava!!Non so se stando da sola sarei riuscita a organizzare tutto questo( compreso trasferta!)
    E non buttarti giu’,perche’ sei davvero grande e forte.
    Un abbraccio da chi ti legge silenziosamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...