Facciamo un bel test impegnativo, preso dal blog di Rusalka, così mi passa questa mezzoretta prima delle vaccinazioni di Meryem e forse mi si placa l’ansia…

1.Un libro che ti ha lasciato indifferente nonostante la critica: Vai e vivrai di Radu Mihaileanu e Alain Dugrand. Non che fosse male, ma francamente mi aspettavo di più.
2.Un libro che svelato il tuo animo romantico sotto la dura corazza di acciaio al molibdeno: Venetia di Georgette Heyer.
3.Un libro vomitevole: Donne che corrono coi lupi di Clarissa Pincola Estès. Ma questo giudizio mi è quasi costato un’amicizia.
4.Il libro della tua infanzia che non tramonterà mai: Piccole donne, ma anche Piccole donne crescono, Piccoli uomini e i Ragazzi di Jo. E non dimentichiamoci di Mary Poppins!
5.Un libro dell’infanzia tramontato ignobilmente in gioventù:
Non ricordo esattamente i titoli, ma ce ne sono vari che penso che, pur molto amati a suo tempo, non resisterebbero a una lettura attuale. Uno mi pare si chiamasse Violetta va in campagna, o simili. E c’era anche Rose e gli otto cugini…
6.Un libro altamente sopravvalutato:
Il pendolo di Foucault di Eco.
7.Un libro che proprio non riesci a finire nonostante tutto: Anche in questo caso, ce ne sono vari. Il primo e più famoso, La casa in collina di Pavese. E non dimentichiamo Tolkien.
8.Un libro che hai fatto finta di apprezzare per far colpo sull’altro sesso ma in realtà ti faceva schifo: Non credo mi sia mai successo.
9.Il libro più “alto” che hai mai letto: Non mi viene in mente, francamente.

10.Un libro che vorresti aver scritto tu (ad esserne capace…): 
La casa degli spiriti di Isabel Allende. Ma anche molti altri.
11.Un libro che non hai mai capito che cavolo volesse dire l’autore e, soprattutto, che cavolo l’hai letto a fare tu: Vedi domanda 3. Ma anche Doppio sogno di Schnitzler.
12.Un libro che toglie ogni dubbio sulla orrenda natura umana: La morte non mi ha voluta di Yolande Mukagasana. Ma ce ne sono molti altri, a dire il vero.
13.Il libro perverso per eccellenza: Il grande libro dei dolci… Ha delle zoommate di creme al cioccolato davvero perverse!
14.Un libro buono per tutti gli usi: Il piccolo principe
15.Un libro che ti fa riflettere e senza retorica: Korogocho di Zanotelli, è il primo che mi viene in mente.
16.Un libro che ti sembrava erotico nei picchi ormonali e che ora ti mette solo sonno alla quarta riga: Non saprei.
17.Un libro finto colto ma in realtà pieno di cazzate: Moltissimi libri sulla Bibbia e sul Vicino Oriente in genere!
18.Un libro che renderesti obbligatorio da leggere a scuola: Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio di Amara Lakhous. Un po’ di leggerezza non guasta, quando si tratta di temi seri!
19.Un libro cui vorresti riscrivere il finale: Mi capita più con i film che con i libri. Ma ricordo una sensazione del genere con Sale e zafferano di Kamila Shamsie.
20.Un libro che è finito troppo presto: I gialli della Vargas e Testimone inconsapevole di Carofiglio. Forse anche La bastarda di Istanbul di Elif Shafak.
Aggiornamento vaccinazioni. Meryem, da brava guerrigliera curda, non ha battuto ciglio. Ha sorriso garbatamente all’infermiera, si è fatta fare la puntura e non ha neanche pianto. Impassibile. Poi ha trangugiato la sua poppata con la consueta avidità e ha dormito tutta la mattina, mentre io passeggiavo e cercavo di riprendermi buttando giù bicchieri di tè freddo al limone – ho avutocura di cambiare bar ogni volta che reiteravo la cosa, per evitare l’effetto alcolista. E’ la prima e credo non l’ultima volta che non mi sono sentita all’altezza di mia figlia. Meryem ha continuato a dormire anche a casa, mentre si consumava la tragedia del sifone con conseguente allagamento della cucina – una costante della mia vita – di cui ora non mi va di parlare. Poi ha mangiato di nuovo e ora ridorme. Se le vaccinazioni le fanno questo effetto, ce la porto tutte le mattine…

3 pensieri riguardo “”

  1. Guarda, ad Amelia il fastidio della prima vaccinazione si era manifestato con un po’ di inappetenza, ma ci sono anche bambini che non fanno una piega.
    Il problema è che, temo, ci saranno molti altri momenti in cui non ti sentirai alla sua altezza: a me succede spesso già adesso, non oso immaginare quando sarà quasi una donna! 😉

    PS: belli e interessanti i titoli che citi. Mi cimenterò anch’io, appena ho un attimo.

  2. anche agnese non ha battuto ciglio, a tutte e due le vaccinazioni.
    dopo la prima, ha avuto bisogno di un supplemento di coccole, per un paio di giorni ma niente di più.
    dopo la seconda, nemmeno quelle.
    dai dai, che sei bravissima :-)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...