Mother’s little helper

Difficilmente vado dal mio medico. Riceve in orari poco compatibili, c’è sempre un sacco di fila e, non ultimo, ha in cura tutta la mia famiglia, tata compresa. Insomma, devo essere proprio moribonda. Ieri, dopo tre giorni di febbrone serale e alla fine anche diurno, lo ero. Quando mi ha ricevuto, il mio messaggio è stato chiaro ed essenziale: “Sì, ho la tosse, ho la febbre, ma soprattutto mi deve rimettere in piedi. Ora. Devo passare il weekend con una bambina di 4 anni piena di energie”. Il dottor C. è un tipo pacato, di poche parole. Appurato al primo sguardo che ho una laringotracheite, mi ha rapidamente prescritto le seguenti cose: pasticconi di antibiotico formato famiglia, lo sciroppo per la tosse più cattivo del mondo e il “tiramisù”. Ecco, già vi vedo: state pensando male. Ma il dottor C. è un professionista integerrimo. Quindi l’aiutino consiste in fialette a base di una roba chiamata Q10. Costosetta, a dire il vero. La farmacista mi ha rassicurato sul fatto che tutte le mie cellule respireranno meglio. A me l’immagine, francamente, non diceva granché. Le ho spiegato la richiesta alla base della prescrizione. “Ah, allora va benissimo. Continuerai a star male, ma non te ne accorgerai”. Ecco, l’obiettivo è precisamente quello. Speriamo che funzioni. Grazie in anticipo, dottor C.

2 thoughts on “Mother’s little helper”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...