Caos di giugno

Siamo piombati a giugno, con tutto quel che comporta. La visita di Pietro, che aspettavamo ormai da dicembre (l’attesa si è protratta di cinque ore più del previsto, causa ritardo da record della Windjet). Il prossimo compleanno di Meryem, mercoledì, con le pianificazioni incrociate di festeggiamenti. La Giornata Mondiale del Rifugiato e il turbine di eventi lavorativi che si porta dietro. Il caldo e le pietose condizioni del mio guardaroba (e di quel che c’è dentro…). I programmi, inesistenti, per le ferie che si avvicinano. L’imminente risoluzione del dilemma del secolo: quale scuola il prossimo anno? Tra un impiccio e l’altro, mi sento ottimista.

2 thoughts on “Caos di giugno”

  1. Senti, ma se intorno a Ferragosto Nizam chiude un paio di giori e Ryan air ci mette una buona parola, un giretto qui al fresco no? Posto ce n'è, ci limitiamo a tenere la guerrigliera fuori dalla camera con i computer, pensateci seriamente, dai.Mammamsterdam

  2. Sai che ti dico? Domani mi faccio una navigata sul sito Ryanair… Potresti pentirti amaramente della tua generosità 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...