Procedura comparativa

Il concorso pubblico per il reclutamento di un ricercatore si chiama “procedura comparativa”. Io sono una filologa, quindi i testi scritti esercitano su di me un richiamo irresistibile. Non parlo di manoscritti inaccessibili o di documenti segreti. In questo caso, sto parlando dei verbali della procedura comparativa di cui sopra. Mi seguite in una piccola analisi testuale?

La procedura comparativa si base sui seguenti elementi: valutazione del curriculum, dei titoli e delle pubblicazioni scientifiche dei candidati (chiamiamolo punto A); prove scritte (punto B), prova orale (punto C).

E ora compariamo.

Candidato 1
punto A: curriculum “La candidata è laureata in Lettere (Università di Roma “La Sapienza”) e ha conseguito il Dottorato di ricerca in Ebraistica (Università di Torino); ha maturato occasionale esperienza didattica a livello universitario nel SSD L-OR/07 (Semitistica) come professore a contratto presso l’ Università di Roma “La Sapienza”) (a.a. 2003-04); ha presentato relazioni scientifiche ad alcuni congressi italiani sui temi della religione dell’antico Israele e dei Fenici; ha svolto e tuttora svolge copiosa attività editoriale nell’ambito delle scienze bibliche.” Pubblicazioni: La candidata presenta 1 monografia, 1 raccolta di poesia ugaritica in traduzione annotata, 17 articoli su riviste scientifiche o atti di congressi e 4 recensioni“.

punto B: “Il risultato delle prove scritte è stato complessivamente buono

punto C: “L’esposizione della candidata è particolarmente brillante ed esemplica in modo appropriato il contributo che la filologia semitica nord-occidentale può recare agli studi storico-religiosi.”…. “veramente eccellente il colloquio conclusivo “.”””
 “”2”

Candidato 2
punto A: curriculum Il candidato è laureato in Lettere (Università di Firenze) e ha conseguito il Dottorato di ricerca in Linguistica (Università di Firenze); ha esperienza archeologica sul campo in Italia e in Yemen; ha maturato esperienza didattica a livello universitario nel SSD L-OR/07 come professore a contratto presso l’Università di Firenze (2004-06); ha presentato relazioni scientifiche ad alcuni congressi internazionali, soprattutto sui temi dell’epigrafia sudarabica e della storia culturale e religiosa dello Yemen antico, risultando ben inserito nell’ambito internazionale della sabeologia”. P“2      “”””””””””””””””””””””22ubblicazioni: “Il candidato presenta un breve ma denso articolo su rivista di rilevanza internazionale … e la propria tesi di dottorato”. O, nelle parole di un altro commissario, “Il candidato presenta un convincente articolo di lessicografia sudarabica, che lascia presagire le sue buone capacità scientifiche”.

punto B: “Molto buoni i suoi due elaborati scritti

punto C: “Il candidato ha esposto con competenza le proprie ricerche e illustrato la propria attività scientifica e didattica in ambito nazionale e internazionale”

Per giustizia vi aggiungo degli elementi. Per il Candidato 2 ha pesato molto anche la considerazione in merito ai risultato raggiunti “in considerazione della giovane età”: 35 anni, rispetto ai 38 del candidato 1. Mi rendo anche conto che la presentazione è leggermente fuorviante: le prove B e C del Candidato 2 nella valutazione complessiva sono diventate “eccellenti”. Una delle due prove scritte del candidato 1 non è stata brillante: il candidato medesimo l’avrebbe valutrata appena sufficiente.

Chi ha vinto? Evidentemente in Candidato 2. Il candidato 1 non ne è sorpreso. Ciò nonostante, si pone qualche domanda.

18 thoughts on “Procedura comparativa”

  1. Cara, rigiri il dito in una piaga. Alla prova di dottorato, eravamo punto a punto io e un candidato interno (ovvero impiegato dell'università in cui avrei voluto fare il dottorato).
    Valutazione dei titoli e progetto di ricerca: io 12 e lui 11. Prova scritta: io 43 e lui 44. Lui al colloquio dimostra di non conoscere il significato della maggior parte delle sigle che usa, né di capire che cosa significa web-based (tradotto in "web di base"), balbetta, si incarta, non risponde. Io faccio un colloquio brillante, ottima padronanza dell'inglese e buona argomentazione del progetto di ricerca.
    Io passo il colloquio con 41 (appena sufficiente), lui con 42.
    Fa' tu.

  2. Almeno in quel caso c'erano dei punteggi (magra consolazione, mi rendo conto). Qui è tutto basato sull'affabulazione. E, ironia della sorte, il candidato non aveva neanche il valore aggiunto di essere interno. E' specialista di una materia che a Roma non si insegna dai tempi del fascismo.

  3. Mi permetto di intervenire osservando che i commissari del concorso in questione sono stati molto atipici e tonti. Benché come è noto non sia possibile fare ricorsi relativi al merito della valutazione, produrre giudizi "onesti" e poi trarne una conclusione "non logicamente consequanziale" come in questo caso sembra una scelta poco furba. La normalità è quella di giudizi "di fantasia" e conclusioni rigorosamente consequenziali rispetto ai giudizi. Per fare fuori un candidato con 20 pubblicazioni contro un candidato con 1 pubblicazione basta semplicemente dire che le 20 pubblicazioni "sono solo tangenzialmente pertinenti con il settore disciplinare" (qualunque cosa ciò voglia dire, visto che non è richiesta nessuna spiegazione), mente l'unica pubblicazione dell'altro candidato è pertinentissima.

    Saluti da una ricercatrice fuggita all'estero e lettrice regolare del blog.

  4. Cara ricercatrice fuggita, è appunto questo che mi colpisce. Aggiungo che, data l'ampiezza dell'area disciplinare, era anche facilissimo farci fare un orale pessimo. Mi sembra che non si sia voluto fare neanche lo sforzo di fantasia, tanto si è certi di poter fare esattamente quello che si vuole, senza alcuna conseguenza.

  5. Trattasi di questo. Alessio Agostini, Saggio comparativo di alcuni termini architettonici dei templi sudarabici, in Arabia (Revue
    de sabeologie) 2, 2004, pp. 43-60. Ma on line non l'ho trovato.

  6. ma come giustificano certe scelte?
    qual è il senso di questa mossa?

    alla faccia dei dubbi!
    un bacio da una potenziale fuggiasca, non così tanto ricercatrice però…
    ma comunque assidua lettrice del tuo blog!
    alessia

    grazie aver raccontare l'episodio.
    potresti riproporlo a qualche mezzo di comunicazione…tipo giornali on-line, o trasmissioni televisive di denuncia… no, forse meglio a quelle satiriche!

    sei proprio una gran donna!

  7. Ciao, non ti conosco, ho trovato il link a questa pagina dalla pagina FB di un'amica. Ho cercato gli atti della valutazione comparativa, e davvero è scandaloso che non facciano nemmeno lo sforzo di trovare motivazioni plausibili. E ancor più scandaloso è che la tradizione orientalistica di roma la sapienza piano piano si estingua grazie al reclutamento di gente di dubbio valore (se ti interessa, leggi anche questo blog: http://harwa61.blogspot.com/). Nel caso specifico, poi, conosco uno dei commissari, not* per i suoi cospicui rimborsi a piè di lista dopo le sue missioni archeologiche più che per validità della produzione scientifica… Un altro dei commissari l'ho sentito con le mie orecchie dire, commentando la relazione a un convegno di un brillantissimo giovane studioso di linguistica semitica comparata (uno straniero), "eh, ma ben altro ci vorrebbe per parlare di questi argomenti". Infatti il giovane brillantissimo in questione pubblica le sue ricerche su importanti riviste internazionali, il bilioso "benaltrista" ha solo meriti legati all'illustre discendenza, if any.

    Forza e coraggio!
    Un ricercatore

    PS: mi dicono amici semitisti che il brillante articolo del 2004 del vincitore è in una rivista che non compare nell'ACNP. Forse ci sono gli estremi per un ricorso, stante anche la non consequenzialità dell'esito rispetto ai giudizi, ma ne vale la pena?

  8. Cara Chiara,
    l'assurdo è che il bellissimo articolo di cui parli "lascia presagire le sue buone capacità scientifiche". Ma se è stato scritto più di 6 anni fà, quale futuro aspettiamo per valutare le sue capacità?
    Nel frattempo gli altri lavoravano e pubblicavano.

    Per completezza aggiungo che il candidato n. 3 (cioè il sottoscritto), così viene presentato da un menbro della commissione:
    "Il candidato presenta 1 monografia, 18 articoli scientifici su rivista o su volume e 8 recensioni… Copiosa e distribuita con continuità nel corso degli anni, la produzione scientifica del candidato lo configura come uno studioso dotato di solide competenze filologico-letterarie e aggiornata metodologia storico-religiosa…"
    Tra l'altro alcuni articoli da me presentati sono anch'essi su riviste internazionali tipo Ugarit-Forschungen e SEL.

    Un caro saluto,
    Paolo

  9. Ma che mestizia… Per non parlare poi di quei 3 anni anagrafici di differenza, peraltro ben compensati da una ventina di pubblicazioni in più: ma che razza di criterio è?! Manco si trattasse di dieci anni in più: sono 3, perdinci! Estrema (e inutile) solidarietà a te, Chiara. Sigh. Sob.

    fernanda

  10. Cara Chaira,
    apprendo oggi via PIB (marinata scuola per manifesta piqquah nefesh) dell'ennesimo colpo di quello che W. Matthau chiamava "Ufficio porcate e colpi bassi". Chissa perché sono felice di aver scansato quest'altra trappola, spedire pacchi di scritti e poi leggere quello che citi. Alla fine finirò per amare il mio scolastico circo quotidiano, I ogni caso forza e coraggio e spero che meryem stia meglio francesco      

  11. No, ho incontrato l'asettico commissario (solo notizia) e Massimo mi ha detto il resto. Mancavo dal PIB da qui di quattro mesi e del resto è impossibile assentarsi da scuola e da casa (i quattro da soli fanno l'Apocalisse). Però debbo parlare ad un convegno ABI a settembre e la bibliografia urgeva. Comunque, come forse dissi secoli fa, per l'università, sunt lacrimae rerum quae solum nos yangunt (laseconda parte à mia, l'altra di Lucrezio) Ciao 

  12. Come volevasi dimostrare a proposito dei quattro: la tastiera dà i numeri, leggasi tangunt e non yangunt che suona tanto esotico

  13. Pingback: Soddisfazione |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...