E’ finito (e meno male) – giveaway di inizio anno

Mi tornava in mente, stamattina, che l’anno scorso avevo lanciato un bellissimo giveaway di fine anno. Sarebbe stato bello farne una seconda edizione, ma ormai è passato il momento e in realtà, nonostante il cielo romano di spudorato azzurro, non mi sento nella stessa disposizione di spirito idilliaca e riconoscente.

E allora, mentre me ne sto rintanata in ufficio in attesa che inizi il trambusto di quello che ho da fare, mi è venuta un’altra idea.  Lo so che tutti (anche io) abbiamo mille cose di cui essere grati e riconoscenti, pensieri poetici e nobili propositi che magari sentiremo l’urgenza di condividere, in queste ultime ore del 2012. Ma abbiate pazienza: non qui, non oggi. Qui ci diamo un altro obiettivo, molto meno ambizioso.

Pensate all’anno che sta finendo, con un minimo di disincanto. Ci sarà, presumo, qualche circostanza in cui vi siete sentiti Fantozzi. Sfigati come Calimero. Sfortunati come Paperino. Momenti in cui tutto, ma proprio tutto, sembrava tramare contro di voi (e forse pioveva pure). Sì, lo so che state pensando al mio Galaxy che si infrange contro un palo a solo una settimana di vita. Robe così. Ecco, ho una bella notizia: l’anno che ha visto verificarsi quel genere di eventi sta per finire.

Allora vi va di fare un bel rituale scaramantico collettivo? Facciamo un falò dei nostri momenti iellati. Pensatene uno, giusto il primo che vi viene in mente. Non valgono veri drammi e tragedie durevoli. Non siamo qui per piangere e sospirare. Ridiamo insieme delle piccole sfortune, facciamo corna, tocchiamo legno, accendiamo un bel falò ed entriamo nell’anno nuovo con la spudorata convinzione che tutto andrà per il meglio. O almeno facciamo finta.

Quindi, ecco le regolette.

1) Lasciate nei commenti il vostro momento di sfiga preferito del 2012 (o linkate un post, se avete voglia di allargarvi). Se vi va, divulgate con i social che preferite.

2) Basta, in realtà. Avete tempo fino al 3o gennaio. In fondo il mese di gennaio è il lunedì dell’anno. Alleggeriamolo.

3) Che si vince? Boh, ancora non ci ho pensato. Forse farò a sorte, forse giudicherò io, forse si farà una sorta di votazione…. Comunque molto onore per aver partecipato e un regalino di buon augurio.

Insomma, miei fidi lettori di nicchia, scatenatevi!

16 thoughts on “E’ finito (e meno male) – giveaway di inizio anno”

  1. Il mio momento di sfiga preferito sono i 4 punti in faccia che si è procurato il pirla del figlio rovinando la sua bellezza imbarazzante (qui lo confesso). Non sarò mai la madre di un baby modello Cmq mancano 24h alla fine del 2012, quindi è sempre possibile battere il record. Cheers!

  2. momento di amnesia totale!!!!! per me in realtà è stato un buon anno, è nata la mia terza stella il 17 settembre, (17) quindi forse porta bene…….l’unica sfighetta è stata vincere una notte a milano in una discoteca con i calciatori famosi e non poterci andare, non cedibile a terzi, io sono a catania….insomma un pò di sfiga qui c’è!
    Per il resto mi auguro e auguro a tutti la serenità , felicità , e tanta tanta fortuna!!

  3. ehh dovessi fare l’elenco delle mie sfighe 2012 non basterebbe lo spazio!!
    Diciamo che non è stato un anno propriamente brillante..
    Ho perso per la strada persone importanti, qualche problemino di salute (niente di grave x fortuna!) e casini vari.. In particolare ho avuto una delusione in materia “sentimentale”, è stata una brutta botta.. un pò come fare un volo, arrivare in cima e poi venire catapultati selvaggiamente giù… però in compenso ho trovato, in quella persona, un’amico prezioso e diciamo che le cose si sono sistemate un pò.
    Ora spero che il 2013 nasca e si sviluppi sotto un’altra “stella” un pelino più favorevole!
    Grazie mille per il pensiero.. se ti va passa a trovarmi nel mio blog http://4passinellamiavita.blogspot.it/

    BUON ANNO!!!

  4. Beh,diciamo pure che io sono un’ottimista nata!Vedo sempre il bicchiere mezzo pieno, il buono in ogni situazione e anche dell’anno appena trascorso non è che possa dire peste e corna perchè tutto sommato non mi è andata malaccio.Già che siamo a parlarne è positivo:vuol dire che tutto sommato i Maya non erano così capaci e saggi come si raccontava e che hanno preso una bella cantonata.Certo,il 2012 è stato l’anno della crisi economica e ognuno di noi ha dovuto fare i conti con un lavoro un pò incerto,una situazione politica traballante e quel benedettissimo spread,di cui prima nessuno sapeva cosa fosse e invece ora siamo tutti esperti di alta finanza e mettiamo questa parola in ogni dicorso come il prezzemolo.Tutto sommato è stato un anno buono però per me:la mia bimba cresce,ho aperto il mio blog,ho conosciuto tante persone nuove…l’unico episodio sfigato che mi viene in mente è stato quello all’aereoporto!La scorsa estate,dovevamo raggiungere una mia sorella a Milano.Eravamo io,mia figlia e mio marito;tutto pronto,valigie fatte,documenti (pensavamo) in regola…e invece non siamo più partiti perchè non sapevamo che anche per i bambini piccolissimi (mia figlia ha appena 2 anni)ci vuole una loro personale carta di identità (infatti questa nuova disposizione è stata resa nota in piena estate con la gente in procinto di partire).Insomma è andata a farsi benedire la gita nella capitale della moda e la nostra unica piccola vacanza perchè ci hanno lasciati a terra.Ma fa niente…l’importante è la salute e mia sorella è scesa lei da noi!
    Come ti dicevo,ho un blog nato da poco: http://www.nelcarrellodichicca.blogspot.com
    se ti va passa a farmi un saluto!
    Chicca
    pleadi@inwind.it

  5. 2 novembre, i ragazzini a casa da scuola per i ponti dei morti. Avrei potuto prendermi un giorno di ferie? certo che avrei potuto, ma visto che la mamma era disposta a tenerli, mi sono detta ma sì che magari poi avrò bisogno in altre occasioni di un giorno di ferie. Li porto a casa dai miei, all’alba o quasi, li mollo giù, corro di corsa alla macchina (l’auto di mio marito, l’auto familiare, quella grande, quella per cui stiamo ancora pagando le rate) ed esco in retro dal cortile dei miei, dimenticandomi che il loro cancello elettrico è lentissimo………insomma, nella fretta di uscire, ci sbatto contro con il fanale posteriore sinistro….più di 300 euro di danni….per un fanale!!!!! se fossi rimasta a letto in ferie! acc….

  6. disastrini me ne sono successi
    economici ..sentimentali
    ecco in quest’ultimo potrei definirmi una calimera
    ma sono come don chisciotte contro i mulini a vento
    ma ho imparato a fregarmene e non aspettarmi niente
    anzi ho imparato a stare lontana un miglio da questo genere di guai shakesperiani
    vivo da un pò beatamente single
    e non me ne frega na beata cippa lippa ;D

  7. la sfiga piu’ se vuoi grottesca di questo 2012 è sempre stata la cacca di Ale, scusa l’argomento ma è vero…povero lui è stitico…e….
    -devi partire per una gita… e niente in quel momento sforzi sovrumani
    -sei in montagna , hai una fame boia, stai per metterti a tavola? Un giorno si e uno si in quel momento a lui viene….
    -ci metti mezz’ora per preparti e uscire, giusto per portarlo fuori? Sbeng!!!
    -sei su un rifugio in montagna? non se la fai addosso??? quella volta si!
    -sei a gardaland? beh mezz’ora nel bagno la lassi anche li….
    il dramma è che ogni volta mezz’ora era il tempo…ed è il tempo minimo
    oggi siamo usciti siamo andati al parco…e zak mamma cacca …ouffffffffffff

    insomma potrebbe sembrare un 2012 di cacca, tutto sommato non lo è stato…ma suvvia….. :Pùù

    un’altra sfighetta grottesta la appunto sul compleanno di ALe, organizzato nemmeno il giorno del suo compleanno per esserci tutti, era luglio, pranzo all’aperto…peccato per la bora tipo trieste ecco 😛

    tutto qui!
    buon anno chiara 🙂

  8. Sfighe fantozziane ce ne sono sempre, ma le più assurde anche per me sono coi cellulari:
    1. inserisco l’auricolare perchè sono in auto, arrivo, lo disinserisco e dal quel momento l’iPhone smette di farmi sentire la suoneria, convinto di avere ancora il jack inserito. Lo mando in assistenza, ci mettono 3 settimane (3 settimane passate con un telefono di fortuna antidiluviano) e quando torna mi arriva il messaggino di aggiornamento a IOS 6.0.1 che mi riduce drasticamente la ricezione del wi-fi (lo so, non è successo a tutti ma a molti sì…e di che gruppo potevo essere io?!?!)
    2. faccio il passaggio da contratto normale a quello con P.IVA e per “accelerare i tempi” (cit. dal tipo del centro TIM) faccio il passaggio a Coop Voce per poi ripassare a TIM. Peccato che la TIM scazzi la pratica e con le ferie di mezzo sono ancora con un contratto solo voce e messaggi e se non ho un wi-fi a 2 centimetri addio connessione da cellulare.
    Basta? 😀

  9. Tralasciando i ” veri” problemi….è accogliendo questa tua idea divertentissima….ecco alcune spighe fantozziane:
    Il pizzaiolo a domicilio ti porta le pizze sbagliate
    Per strada vedere un motorino che si ferma e raccoglie qualcosa….e solo dopo accorgerai che era il tuo portafoglio ( questo e’ successo al mio compagno mentre veniva in ospedale il giorno in cui è’ nato il nostro cucciolo…quindi sfoga un po’ compensata)
    I maglioni che si infeltriscono perché sbagli il lavaggio
    Mettere i tacchi più sexy che hai…ma anche più scomodi e poi scoprire che il ristorante dove vai….ha i peggiori sampietrini che i romani potessero fare
    È poi infine c’è lei (a cui è andato il mio primo pensiero quando ho letto il post)….. La multa da oltre 500 euro che ti arriva a 7 giorni dalla prescrizione…..cioè se questa non è’ sfiga!!!!!

  10. Siccome hai richiamato i lettori di nicchia io mi sento presa proprio in prima persona. Ora, riguardo ai momenti di sfiga del 2012 ho dovuto pensarci bene, non sono una che si butta giù, e non mi è nemmeno capitato di finire contro un palo.
    Però, se vale, ho seguito la mia pratica INPS per mesi, ed ogni volta che andavo all’ufficio “preposto” l'”addetto” era “impegnato”. Alla sesta volta ho deciso di sedermi per terra davanti alla porta: mi hanno ricevuto, ma credo che la mia psiche abbia subito dei danni irreversibili.
    Potrei fare causa.
    Buon anno.

  11. Scusate, ma qui vinco a mani basse, mi vergogno!
    Il mio momento di sfiga del 2012 non è stato tanto quello in cui ho distrutto l’auto entrando nella portiera di una Fiesta (intesa come Ford, non come divertimento smisurato), che già non è stato bellissimo. E non è stato neppure il momento in cui, a un’ora dall’acquisto, l’auto nuova si è fermata col radiatore in panne.
    È stato il momento in cui mi sono accorta che Ettore aveva pidocchi enormi. E le farmacie avevano chiuso da 5 minuti, là nel mondo civile. Aceto per tutti!

    PS: però sono viva per raccontare tutto questo, e questa è sfiga vostra! 😉

  12. La mia sfortuna, quella di essere praticamente sempre a terra, è si,
    cado a terra in continuazione, ma anche dolorante con graffi e ematomi, rido sempre!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...